Questo articolo è stato scritto con il nuovo editor Gutenberg.

Ieri 6 dicembre 2018 è uscita la tanto attesa versione di WordPress 5.0 e con essa il nuovo, innovativo e rivoluzionario editor chiamato Gutenberg.

 

Partendo dal conoscere quali sono le novità in WordPress 5.0, in questo articolo approfondiremo alcuni argomenti importanti, necessari per conoscere come cambierà il tuo modo di scrivere articoli in WordPress. Vedremo inoltre come prepararsi a questo importante cambiamento introdotto nella versione 5.0 di WordPress.

 

Le novità di WordPress 5.0

La versione 5.0 di WordPress è quella che si definisce una major release, un cambiamento importante nell’evoluzione di qualsiasi software. Sono tante le novità della versione 5.0, ma ci concentreremo di più su quella che impatta maggiormente l’utente finale, cioè il nuovo editor Gutenberg.

L’editor Gutenberg è la prima vera feature di WordPress scritta completamente in javascript (React) e basata interamente sulle REST API del CMS. Per spiegarlo molto semplicemente tramite le REST API si rende accessibile il CMS all’esterno senza dover necessariamente accedere al server.  Chi sviluppa applicazioni per esempio, dovrà solamente preoccuparsi di pensare alle interfacce grafiche senza necessità di conoscere una riga di php.

Prima però di parlare di come funziona il nuovo editor, facciamo un passo indietro e cerchiamo di capire perché si è deciso di adottare un nuovo modo di scrivere i post e creare le pagine in WordPress, come impatterà sul tuo sito web e come puoi proteggerti da eventuali incompatibilità a cui potresti andare incontro.

Perché un nuovo editor?

Matt Mullenweg, uno dei papà di WordPress, ha presentato Gutenberg come una nuova esperienza di creazione di contenuti. Ecco cosa ha dichiarato:

“Gutenberg è una nuova esperienza per la creazione di pagine e post, che rende facile per chiunque creare dei layout funzionali e ricchi di contenuti. L’obiettivo è quello di utilizzare blocchi, ed evitare che siano necessari shortcode, personalizzazioni HTML o qualsiasi altra cosa nascosta”

Effettivamente l’interfaccia di creazione dei post e pagine di WordPress è la stessa da circa 10 anni e c’era bisogno di un rinnovamento che proiettasse WordPress nel futuro.

Credo che questa sia una di quelle novità di cui un giorno parleremo domandandoci: “Ti ricordi quando usavamo l’editor classico su WordPress?”

Il nuovo editor ha anche un altro obiettivo, quello di rendere più semplice la creazione dei contenuti per chi è alle prime armi con WordPress e che trova difficoltà nell’utilizzo della versione attuale dell’editor. La nuova funzionalità a blocchi aiuterà inoltre gli utenti a presentare i propri contenuti in maniera che siano visivamente stimolanti e diretti.

Compatibilità con i plugin

Si, è possibile che si possano riscontrare delle incompatibilità e che qualcosa non funzioni come dovrebbe. Ci sono migliaia di plugin nel repository di WordPress, molti dei quali abbandonati. È quindi possibile che anche nel tuo sito ne sia installato uno e che non sia compatibile con Gutenberg.

Gutenberg sarà l’editor di default quando aggiornerai alla versione 5.0 di WordPress ma, considerando che non tutti i siti web saranno pronti per la novità, sarà fortunatamente possibile installare l’editor classico di WordPress come plugin.

Il plugin dell’editor classico è disponibile dalla tua bacheca di WordPress ma puoi anche scaricarlo dal repository ufficiale.

Ecco come si presenta la possibilità di installare i due editor dall’interfaccia amministrativa di WordPress nella versione 4.9.8.

Se vorrai potrai anche installare il nuovo editor Gutenberg su WordPress 4.9.8 scaricandolo dal repository ufficiale.

Il plugin classico verrà mantenuto almeno fino al 2021 e può essere installato già dalla versione 4.9 di WordPress. Ti consiglio di farlo subito in maniera da prepararti ad eventuali incompatibilità derivanti dall’ aggiornamento alla versione 5.0, dove l’editor di default diventa Gutenberg.

Se hai installato tutti e due gli editor, dall’interfaccia di gestione degli articoli potrai decidere quale utilizzare. Di default la modifica degli articoli verrà proposta con Gutenberg ma avrai sempre la possibilità di utilizzare l’editor classico come nell’immagine:

Gutenberg o editor classico?

Compatibilità con i temi

Il discorso fatto per i plugin vale anche per i temi. Se utilizzi un tema non più supportato dallo sviluppatore oppure mai aggiornato, molto probabilmente non sarà compatibile con WordPress 5.0 e Gutenberg.

Per quanto riguarda i temi di ultima generazione di tipologia premium, quindi a pagamento, spesso sono integrati con un page builder che potrebbe non essere compatibile con Gutenberg. Verifica sul sito dello sviluppatore o chiedi al supporto quale versione sia compatibile con WordPress 5 ed esegui l’aggiornamento appena possibile.

Devi aggiornare subito alla versione 5.0?

Come webmaster hai il dovere di tenere sempre aggiornato il tuo CMS e di far evolvere il tuo sito web per usufruire in prima persona come amministratore, e di conseguenza offrire ai tuoi utenti, un’esperienza sempre aggiornata e al passo coi tempi.

Seppur WordPress ci abbia abituato al rilascio di nuove versioni sicure e senza incompatibilità, una major version è sempre un passaggio importante per qualsiasi software. La cosa migliore da fare prima di eseguire un aggiornamento di questo tipo è testarlo su una piattaforma di staging.

Entro fine dicembre Ergonet metterà a disposizione di tutti i clienti il Live Staging™, una piattaforma gratuita e innovativa che permetterà di creare una versione di sviluppo di qualsiasi applicazione in pochissimi minuti. Se sei un nostro cliente e vuoi provarla in anteprima scrivici a informazioni@ergonet.it

Ricorda che la versione di WordPress 4.9.8 continuerà a ricevere aggiornamenti di sicurezza dalla community, non sei quindi costretto a fare subito l’aggiornamento alla 5.0. La policy attuale del team di sicurezza di WordPress è infatti quella di distribuire gli aggiornamenti di sicurezza per tutte le versioni, a partire dalla 3.7.

Anche se non aggiorni WordPress all’ultima versione stabile quindi, sarai comunque protetto. Ma attenzione, ora funziona così ma non è detto che questa policy venga per sempre mantenuta. Meglio aggiornare, seppur con consapevolezza di quello che stai facendo.

Cosa verificare prima di aggionare alla versione 5.0

Come puoi sapere se il tuo sito è pronto per WordPress 5.0?

  1. Come consigliato in alcuni paragrafi precedenti ti conviene installare l’editor classico per essere pronto ad ogni evenienza.
  2. Verifica che il tuo servizio di hosting utilizzi una versione di php recente, almeno la versione 7.2.
  3. Fai un backup del tuo sito, non si sa mai.
  4. Se puoi testa l’aggiornamento su una piattaforma di staging, per evitare di lavorare sul tuo sito in produzione.
  5. Una volta eseguito l’aggiornamento, controlla bene il tuo sito per verificare se non sono nate incompatibilità con il layout. Verifica tutte le pagine e i tuoi vecchi articoli.
  6. Nei giorni successivi all’aggiornamento controlla periodicamente la search console di google, ti potrebbe segnalare qualche problema che ti è sfuggito.

Cosa puoi fare davvero con Gutenberg

Gutenberg è davvero potente, se pensiamo che è appena uscito e che da adesso in poi è solo migliorabile, non possiamo che essere felici di questa novità. Gli sviluppatori di temi e plugin potranno davvero sbizzarrirsi per integrare le loro funzionalità in questo editor.

Al primo approccio si capisce subito che la scrittura e la creazione del contenuto sono stati davvero al centro dell’attenzione degli sviluppatori. Un’interfaccia molto pulita e senza distrazioni dalla quale iniziare:

Funziona a blocchi, ogni blocco viene aggiunto scegliendo da una serie abbastanza ampia di possibilità. Immagini, titoli, testi, tabelle, puoi fare davvero tante cose:

I blocchi possono essere spostati in basso o in alto. Puoi sistemare il layout del tuo articolo o della tua pagina in maniera molto semplice e immediata:

Possono essere create colonne, immagini con didascalie, gallerie e layout. Si possono incorporare social network, FAQ e molto altro.

Se vuoi giocare un pò con Gutenberg e testarne le funzionalità prima di installarlo sul tuo sito in WordPress, puoi farlo a questo link.

Conclusioni

Tutte le grandi novità e le grosse evoluzioni in ambito informatico non sono accolte quasi mai con grande entusiasmo da parte degli utenti. Le recensioni di Gutenberg sul repository di WordPress non sono infatti molto positive. Ma perché lasciare una recensione negativa quando fino al 2021 è stata lasciata la possibilità di utilizzare l’editor classico?

Questo modo di fare editing non è comunque certo nuovo. La piattaforma di blogging americana Medium l’ha introdotto già da un pò di tempo e gli utenti sono molto contenti di questa modalità di creazione dei contenuti.

Io credo che alcune abitudini siano davvero difficili da cambiare, in particolare quando per 10 anni si utilizza lo stesso metodo per fare qualcosa. Si tratta solo di fare un piccolo sforzo, per accogliere il cambiamento in maniera positiva ed abbracciare la naturale evoluzione delle cose.

E tu? Userai da subito il nuovo editor o aspetterai un pò? Lascia la tua opinione nei commenti!

 

Lascia il tuo commento